Note Legali

Il Certificato – Attestazione – Diploma viene rilasciato dal nostro Istituto nel rispetto delle leggi vigenti internazionali per la formazione a distanza,  tuttavia non è equipollente a nessun titolo accademico statale .

La certificazione finale viene emessa dall’Istituto Accademico di Studi di livello Universitario dopo la valutazione espressa dall’esame della tesi finale, che il candidato deve inviare all’Istituto dopo aver superato i test di ammissione inviati dall’IASU.   Essa deve essere considerata quale “CERTIFICAZIONE” della preparazione Professionale e Didattica del candidato valutata dal nostro pool di esperti.

Per prassi la certificazione rilasciata dal nostro Istituto deve essere usata con la chiara indicazione della sua origine privata e nella lingua originale nella quale è stata conferita e impegna legalmente lo IASU e il candidato.

La validità, o eventuale considerazione di equipollenza del titolo emesso dallo IASU, è a discrezione dell’ente che lo riceve in visione o in deposito dalla persona che lo ha conseguito presso lo IASU.

Si consiglia di non fare nessun abuso. Lo IASU si esonera da ogni responsabilità civile e penale per chi ne facesse un uso non conforme alla legge e alla natura del titolo.

USO DEI TITOLI NEI PAESI MEMBRI DELL’UNIONE EUROPEA (emissione del titolo in Svizzera – Canton Ticino – lingua italiana)

Tutti i cittadini italiani residenti in Italia che hanno conseguito un titolo accademico all’estero possono esercitare tutti i diritti connessi al possesso del titolo.

Ai sensi dell’art. 54 della direttiva 2005/36/CE della Unione Europea lo Stato membro ospitante fa sì che gli interessati abbiano il diritto di usare il titolo di studio dello Stato membro d’origine, ed eventualmente la sua abbreviazione, nella lingua dello Stato membro d’origine. Lo Stato membro ospitante può prescrivere che il titolo sia seguito da nome e luogo dell’istituto o della giuria che l’ha rilasciato.

A settembre 2011 il Comitato misto Svizzera-UE per l’Accordo sulla libera circolazione delle persone ha deciso l’applicazione in Svizzera a partire dal 1° novembre 2011 della direttiva 2005/36/CE.

Di conseguenza l’Italia come stato membro ospitante deve garantire agli interessati l’uso nel proprio territorio del titolo di studio conseguito in Svizzera nella lingua dello Stato di origine.

http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:32005L0036&from=IT

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...